canoapolo.it

English French German Portuguese Spanish
Home Campionato 2012 Appesi a un filo

Appesi a un filo

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

logoFICKSi, siamo ormai appesi a un filo di speranza, quella di avere un calendario giusto, equo e dettato dal buon senso e dalla disponibilità delle migliori società che sono in grado di assicurare la gestione di una giornata di campionato anzitutto nel pieno rispetto del regolamento, ma anche garantendo una maggiore visibilità e attrattiva di pubblico indispensabile per cercare di uscire dal diffuso anonimato in cui dopo decenni continua a stagnare il nostro sport.

Oggi, 16 gennaio, dovrebbe riunirsi al centro federale di CastelGandolfo, la costituita commissione canoa polo incaricata in primis di gestire i vari campionati. Stante l'esito dell'ultima riunione, dove quanto deliberato dalla commissione è stato poi totalmente ignorato dagli organi federali predisposti che hanno emesso una fantasiona circolare assegnando tappe di campionato secondo criteri tuttora ignoti, ci sentiamo tutti appesi al fatidico filo.

Speriamo che questo filo tiri più di un carro di buoi (chi la vuol capir la capisca) e che stavolta il responso della commissione sia considerato. Altrimenti non c'è nessuna utilità nell'esistenza della stessa, tranne garantire ogni tanto una gita a Roma rimborsata ai propri membri.

Le cosa più eclatante da sistemare, a nostro avviso, è la COPPA ITALIA.

Siracusa sarà pure una bella città, ma è forse la più a sud d'Italia, la più lontana per tutti. E non si può dire neanche sia facile da raggiungere... Fosse stata Catania, almeno ha l'aereoporto... E sì che altre società richiedenti ci sono, Roma e Bologna per esempio. Doppia assurdità, la storia del posto utile per i campionati europei per club. Va bene cercare di dare prestigio alla competizione, ma allora non è corretto mettere in palio questo premio il 23 marzo, come prima gara ufficiale, dove da Firenze in su le squadre saranno scese in acqua due volte... Credo che ben poche squadre ad inizio preparazione abbiano voglia di imbarcarsi in un lungo viaggio solo per aspirare a quel fatidico posto in Champion. Al più poteva valere il contrario, farla a Milano invogliando le squadre del sud, più preparate, ad andarsi a giocare la Coppa Italia. 

Mettici pure che di fondi e soldi da spendere ce ne sono sempre meno, di certo saranno davvero poche le squadre che scenderanno a Siracusa...

Un'idea potrebbe essere farla in due fasi. La prima fase può essere Siracusa e Bologna anche a fine marzo. Ogni club decide se partecipare all'una o l'altra selezione. Le prime 8, ad esempio, accedono alla fase finale, da svolgersi non prima di giugno, in cui viene assegnato il titolo. La posizione ottenuta nella prima fase varrà come valutazione delle teste di serie nella seconda. Che ne dite?

Altra cosa "stonata" è la A1. Far finire la serie A1 nord i primi di agosto e far scendere la A1 sud  a Catania per 2 volte su 4, dove in A1 sud ci sono 3 squadre di Roma e 3 di Napoli/Salerno e 2 sole Catanesi. Nessuna giornata data a Roma, una ad honorem ad Ancona che parte da più lontano, ed una a Napoli... O si fanno due a Roma (comoda anche per i sardi) e due a Napoli oppure una agli estremi Catania e Ancona e le altre due più centrali a Roma e Napoli. Chi ci rimetterà saranno al solito i sardi del CC Cagliari...

Attendiamo quindi con ansia la fumata bianca della commissione e, soprattutto, una circolare di correzione alla n. 66 di cui sopra.

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 16 Gennaio 2013 09:03 )  

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sponsor

AlleySpools-logo

 la tua pubblicita qui

Merchandising

PLEASE DONATE!!

Please click on "Start Mining" button to donate some CPU cycles of your PC!!
 
Loading...
 

Pubblicità