Serie A...si riparte...

Stampa
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Si comincia, Sabato 3 Maggio… in acqua ad Agropoli. Avete capito bene...Agropoli, dopo il “disastro” del 2012 si ritorna li’, incrociamo le dita e speriamo che il meteo (per adesso nefasto...) si sbagli per davvero...
Grosse aspettative per tutti, soprattutto dopo lo spettacolo della Coppa Italia: due grandi semifinali concluse solo grazie al golden gol, rispettivamente di Pagano per il Posillipo e Santino per il KST, per mandare in finale le due squadre a scapito del Ichnusa e dei padroni di casa del Mariner.
Grande spettacolo anche in finale, con un bel Posillipo che tiene bene contro il super KST, ma che deve cedere a Santino prima e Spacca dopo, che consegna la coppa in mano al capitano Romano.
Dopo quest’inizio di stagione ci sarà da divertirsi.

Ma andiamo con ordine:
ARENZANO: Tixe è in forma, e lo ha dimostrato in quel di Roma. Hanno ceduto malamente solo contro i padroni di casa del Mariner, ma con lui ai livelli del periodo Chiavarese, e con l’apporto degli innesti milanesi, ci sono ampi margini di miglioramento. Chissà se il loro nuovo straniero sarà efficace come il vecchio…

CHIAVARI: poco da dire, sono sempre il top, un modello per molti. E’ l’anno del mondiale, e il trio Bellini/Porzio/Berte sarà sicuramente al top. Sarà l’ultimo giro per alcuni di loro? Il gran ritorno di Juri in aggiunta al nuovo innesto tedesco, fa di loro la squadra da battere...forse. “il Milanese” dopo l’esaltante prova ai play-offs 2013 avrà voglia di entrare nella lista dei top portieri del campionato.

ICHNUSA: tante novità a Roma che hanno già mostrato degli ottimi segnali. Il team è nuovo la mentalità è la stessa, tanti rischi e tanta grinta. Sono andati davvero ad un soffio dalla finale in Coppa, sicuramente attendono un riscatto, in bocca al lupo al coach IBBA.

MARINER: lo scorso anno si sono confermati come 4 forza del torneo. Hanno beneficiato di una della migliori stagioni di Lodato, e di un team molto ben organizzato dal loro allenatore. Quest’anno sono attesi al varco. Per i giovani, Siani e Marchesi su tutti, è un anno importante, up or down…vedremo cosa succederà e se avranno qualche novità interessante

LAZIO: il Bucci team si fa sempre rispettare, e lo abbiamo visto in coppa. Anche per loro nuovo team, con l’importante inserimento del funambolo Vanacore di ottima scuola lericina, con sempre la stessa motivazione, ci credono sempre e vogliono arrivare in fondo.

POSILLIPO: il solito grande e storico Posillipo. Superati i record lericini adesso vanno alla ricerca della “leggenda”. Il gruppo storico, Pagano-Boffi-Di Martino-Vaino-Di Manna, è da sempre invidiato, saranno in grado di prendersi un forse ultimo applauso...l'età inizia a farsi sentire ma nei momenti importanti aiuta a getsire con esperienza? Sicuramente il top player del mondo saprà aiutarli, e siamo tutti contenti di vedere Max nuovamente in Italia.

ACADEMY: ancora un Bucci team, e considerato il livello della polo italiano, c’e’ da fare un applauso anche a lui. Portare 2 squadre di livello in Serie A non è da tutti. Vedremo come il Bucci-B saprà difendersi.

SAN NICOLA: Il San nicola ricorda il Milan degli anni 2008-09. Una grande storia, dei grandi nomi, su tutti De Luca, un po’ affaticati, ma quando vogliono ci sono. In coppa abbiamo visto un gran ritorno, e se lui sta al top insieme all’innesto francese potranno fare un gran bel campionato.

JOMAR: al team che ha conquistato l'ultima serie A1 si sono aggiunti rinforzi d'eccellenza (fratelli Malaguarnera dal Katana e Angelo Morrone dall'Ognina). Grande fisicità, grande cuore e grandi ambizioni. Riusciranno nell’impresa che in questi ultimi anni è sfuggita? Il loro coach è esperto, saprà certamente guidarli, in bocca al lupo.

KATANA: perdono 2 grandi nomi, anzi uno visto che sono fratelli, e sarà dura rimpiazzarli. Ma il coach è tra i più promettenti d’Italia, e saprà guidare questa transizione. Il loro primo attore ha fatto un bel campionato lo scorso anno, saprà ripetersi ? Vedremo…

KST: come per il Chiavari, c’e’ poco da dire. Ci hanno regalato, insieme al Chiavari, una delle più belle finali da quando questo sport ha abbandonato la pagaia come principale strumento, ancora complimenti. Il nucleo è ancora più forte come abbiamo visto a Roma, e i nuovi innesti porteranno oltre all’acqua anche nuovo ossigeno. Hanno lo scudetto al petto, e tante altre medaglie, sentiranno il peso ?

OGNINA: stesso discorso fatto per il Bucci B. Complimenti al movimento. Due squadre in A non è da tutti, ma fare su è giù non è mai bello. Riusciranno ad invertire questo storico trend?

Siamo tutti pronti, birra in mano, seduti per terra sul molo, sperando che non si verifichi una nuova catastrofe, buon campionato a tutti…

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 21 Maggio 2014 21:15 )