La canoapolo per la canoapolo

Stampa

canoe polo poznan 5Come forse non tutti sanno, il prossimo week-end del 19-20 ottobre,  i maggiori esponenti nazionali della canoapolo si vedono nelle sale del centro federale di Castelgandolfo per condividere iin uno "storico" faccia a faccia i più annosi argomenti che definiscono tutto il movimento.

Promotore di questa iniziativa Gianluca Zannoni, mosso non dalla sua veste di presidente societario o di arbitro internazionale ma soprattutto dalla sua passione per uno sport che troppo spesso divide più che unire i suoi praticanti lungo lo stivale o anche tra club che condividono gli stessi spazi d'acqua.

L'anno passato era cominciato con buoni auspici, l'idea della commissione che curasse gli interessi della polo di per se era un'ottima idea da più parti già invocata. 

Purtroppo le nostre ataviche divisioni e la mancanza di una strategia largamente condivisa ha portato ad una interpretazione delle decisioni della commissione e di quelle che ne sono seguite suo malgrado, non in linea con gli intenti prefissati. Molte sono state quindi le polemiche susseguite vuoi per scelte poco felici, vuoi per scelte non "capite".

L'idea quindi di creare un movimento di opinione lo scorso maggio mira proprio a cercare di evitare tutto questo. Non un movimento che si contrappone alla commissione, bensì uno scambio di idee che aiutino poi la commissione a formulare delle direttive da presentare poi in consiglio federale.

Diverse le idee che hanno animato questo scambio epistolare, dall'organizzazione dei campionati, ai play off, all'organizzazione giornate, agl iunder, alla femminile, alle nazionali, al budget, alla gestione arbitrale.

Membri di questa "commissione virtuale", i personaggi che più rappresentano le singole realtà territoriali. Questi gli invitati del week-end: 

Obiettivo quindi di questo incontro è di finalizzare le varie proposte, ri-condividerle, formalizzandole in un documento a firma congiunta da presentare in commissione.

Chiaramente sarà poi a suo insindacabile giudizio valutare se presentarlo in toto in consiglio federale. Lo stesso dicasi per il consiglio stesso, una volta visionate le nuove proposte se avallarle tutte, in parte o nessuna.

Buon lavoro allora ragazzi, il mondo della canoapolo è in ansia e aspetta per il 2014 risposte e soluzioni concrete!