canoapolo.it

English French German Portuguese Spanish
Home La Nazionale Facce di bronzo

Facce di bronzo

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 

femm2014Bronzo per le azzurre  alla 1° ECA CUP

La nazionale femminile si posiziona al terzo posto al ECA CUP di Saint- Omer (FRA). Per la prima volta conquistano una medaglia che ha un valore e che fa ben sperare per la stagione azzurra al femminile.

Vincono la semifinale contro la Polonia con uno schiacciante risultato di 7 a 3. Sfiorano la finale, perdendo al golden goal contro le fortissime francesi, dando dimostrazione di essere a livello e di voler lottare per una medaglia al Mondiale di Thury-Harcourt.

 L’Ottima e costante performance della squadra, le porta a vincere facilmente in girone contro Danimarca, la fortissima Gran Bretagna, Francia U21 e Polonia U21.

Forti le scelte del tecnico Vastola fin dall’inizio della stagione. Raduni costanti, test atleti rigidi ed un atteggiamento più rigoroso che mai, han portato il tecnico a metter in dubbio la partecipazione della squadra fino all’ultimo e a fare delle convocazioni inaspettate.

 Grande esclusa Roberta Catania, giocatrice della Polisportiva Canottieri Catania, ritenuta non in condizione. Un segnale forte al movimento da parte del tecnico. La giovane, ma esperta catanese, grande punto di riferimento in passato, potrebbe sicuramente fornire un importante contributo alla squadra al mondiale di fine settembre.

Interessante novità è stata sicuramente la convocazione della giovanissima Maddalena Lago, atleta del Rovigo, che esordisce nella senior dopo un costruttiva esperienza tra le fila dell’U21 nell’Europeo di Poznan 2012. Il tecnico delle azzurrine, Giacomo Amelotti, aveva già identificato un grande potenziale nella rodigina che ha dimostrato, in un solo anno, una forte crescita e ottime speranze per il futuro. Sicuramente non a livello delle compagne senior, mostra impegno e non si tira indietro quando chiamata a dare il suo nel corso del torneo.

Sembrano cambiare le dinamiche interne alla squadra. La fascia da capitano torna al braccio di Francesca Ciancio (C.N. Posillipo) da qualche anno lontana dai campi di gara del campionato femminile. La napoletana, fondatrice storica della squadra senior, gioca un torneo eccellente. Gestisce la palla, realizza numerose reti e media nei rapporti con l’allenatore. Nonostante i diversi anni di carriera alle spalle, si dimostra atleticamente tra le più prestanti in campo internazionale.

Pur senza fascia, Martina Anastasi, dimostra di aver reagito bene alla scelta del tecnico Vastola. Capitano della squadra campione d’Italia 2013, la catanese difende egregiamente i pali e realizza reti importanti per la squadra.

Ottima la performance di Vittoria Russello (P.C. Catania) e della torinese Ada Prestipino. Le atlete in forte crescita atletica, giocano un torneo di qualità e si dimostrano abili stoppatrici.

Grande ruolo giocato dalla brillante Szczepanska ( S.S. Lazio) e dalla sicilianissima Landolina. Se pur giovanissime, realizzano goal decisivi, manifestano una gran voglia di giocare e di credere fortemente nel progetto azzurro.

I tecnici, Vastola e Amelotti, dimostrano polso fermo e desiderio di colmare quel gap che ha impedito alla squadra di ottenere una medaglia di valore da tempo attesa. È solo l’inizio, ma sicuramente fa sperare in una stagione che possa portare le italiane al podio mondiale.

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 28 Maggio 2014 06:44 )  

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sponsor

AlleySpools-logo

 la tua pubblicita qui

Merchandising

PLEASE DONATE!!

Please click on "Start Mining" button to donate some CPU cycles of your PC!!
 
Loading...
 

Pubblicità