canoapolo.it

English French German Portuguese Spanish
Home Serie A Verso il 2014

Verso il 2014

E-mail Stampa PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

question-markE mentre la A1 nord ha già assegnato il suo unico posto per la A al photofinish nel girone nord, per il girone sud le cose erano già evidenti sin dopo la prima giornata ed ormai matematicamente risolte.

Ad aggiudicarsi il biglietto  quest'anno sono la rediviva SS Lazio e lo SC Ognina. 

La prima, da ripescata in A1, toglie la gioia al Lerici e a coloro che si aspettavano di rivedere in A il team di Giorgio, Riccio & C.  per via della differenza reti negli scontri diretti. La seconda, a meno di un suicidio, ha già i punti in tasca per poter perdere tutte le partite del prossimo w-e ad Ancona (a meno che non si presenti e ne perda qualcuno). Il vantaggio sulla seconda, sono proprio i 15 punti che potrebbe fare il CC Napoli che però ha perso entrambi gli scontri diretti. Scontato quindi il nome della 12 squadra che formerà il prossimo anno la serie A.

Viene ora però da riflettere sugli sviluppi dei cambiamenti fatti al campionato. Si è ristretto il numero da 14 a 12 squadre per cercare di avere un livello più omogeneo e di più alto livello in serie A, senz'altro necessario visto l'andamento degli ultimi anni.

Ragazzi mettetevi l'anima in pace!! Questo difficilmente accadrà nel 2014! E questo principalmente per due motivi: anzitutto, basandoci sui livelli di quest'anno, è tutto da verificare che le neopromosse siano più competitive della migliore delle 4 retrocesse (CP Ortigia, ndr).

Secondo, entrambe le neopromosse hanno già in A una compagine "cugina" ossia sono due squadre di "seconde linee" (di una 7ma e una 9na classificata, ndr) per cui sarà difficile definire una strategia per ciascuna di esse: puntare ai play-off per una delle due e sacrificare l'altra o creare due squadre omogenee ma che lottino entrambe da subito per non retrocedere? Col serio rischio poi di non avere nessun team in A nel 2015. Forse si deciderà più per la prima ipotesi

In entrambi i casi, il gap con le prime 5-6 resterà considerevole a meno chiaramente di enormi "acquisti" ed investimenti da parte delle due società, ma di questi tempi...

Ci sarà da rifelttere quindi su quale debba essere lo "spirito" della serie A. Vogliamo che ci sia solo la "crema" della canoa polo italiana in modo da avere sempre partite di alto livello e televisivamente spettacolari? Allora si dovrà pensare nuovamente ad un'ipotesi di ritorno dei play-out tra A e A1.

Tra A1 e la/le serie seguenti va pur bene un maggior ricambio accentuato da promozioni e retrocessioni dirette.

Sappiamo che questo e altri elementi sono al vaglio dei più onorevoli benpensanti della canoapolo italiana che di certo proporranno la strada migliore da seguire per il futuro. 

Il prossimo week-end si concluderà quindi ad Ancona anche la serie A1 nord. Se per la parte alta i giochi sono fatti, acerrima sarà la lotta per non retrocedere.

La matematica non condanna nessuna delle ultime anche se per KST, GC Roma e Offredi sarà molto difficile recuperare sull'Ancona. Ancona che dovrà gestire al meglio i 6 punti di vantaggio sulla quart'ultima, l'Acitrezza. Ma forse questa è una lotta sterile se, come abbiamo capito, saranno solo 3 le squadre a retrocedere.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 09 Luglio 2013 14:09 )  

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sponsor

AlleySpools-logo

 la tua pubblicita qui

Merchandising

PLEASE DONATE!!

Please click on "Start Mining" button to donate some CPU cycles of your PC!!
 
Loading...
 

Pubblicità